Colto d un infarto che non gli ha lasciato scampo e’ deceduto   nella serata di ieri un sovrintendente della Polizia penitenziaria cinquantenne  in servizio nella Casa circondariale di Livorno

L’uomo ben voluto e sempre disponibile con il suo sorriso ha lasciato nello sgomento tutto il personale e quanti lo conoscevano  

In servizio nella  casa circondariale di Livorno da oltre vent’anni, di origini irpine si era stabilito nella citta labronica dove lascia la moglie e due figli a cui vanno le piu’ sentite condoglianze e tutta la vicinanza dalla Segreteria generale in questo tragico momento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.