Ferie Polizia Penitenziaria, Briziarelli (Lega) presenta un’interrogazione al ministro: “Grave negare questo diritto”

“La nostra Costituzione riconosce e garantisce il diritto alle ferie a tutti i lavoratori. Negare questo diritto alla polizia penitenziaria, significa non avere a cuore la salute e la vita privata e familiare di donne e uomini impegnati in un lavoro delicato e che necessita di un recupero psico-fisico per l’attività che svolgono. I nostri agenti non possono pagare la grave carenza di personale delle carceri e il mancato turn over, previsto ma mai attuato, che hanno portato a negare anni di ferie maturate e non godute per esigenze di servizio. E’ chiaro che bisogna agire, subito. Chiediamo al ministro quali iniziative intenda adottare affinché il diritto costituzionale per i lavoratori di godere delle ferie maturate sia garantito anche agli agenti della Polizia Penitenziaria del Carcere di Orvieto”.

Così in una nota il senatore della Lega, Luca Briziarelli, che ha presentato un’interrogazione urgente al ministro della Giustizia a seguito dell’ennesima denuncia delle sigle sindacali SAPPE, OSAPP, USPP, CGIL-FP che hanno segnalato nuovamente le gravi carenze della struttura umbra. “Purtroppo, non è la prima volta che mi rivolgo al ministro per segnalare le gravi mancanze del Carcere di Orvieto. L’ho già fatto, quando ho denunciato il superamento dei livelli minimi di sicurezza all’interno delle carceri, con detenuti che hanno tentato il suicidio o hanno aggredito gli agenti in servizio. Proprio poche ore fa, l’ennesima aggressione di alcuni agenti da parte di un detenuto tunisino di 33 anni, già recidivo. Ma l’ho fatto anche segnalando la carenza di personale. Dispiace dirlo, ma a tutto questo non è seguita nessuna risposta concreta. I nostri agenti – conclude Briziarelli – sono sottoposti a turni massacranti, non meritano un trattamento simile”.(orvietonews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.