Panico al Pagliarelli, agenti in ospedale dopo brutale aggressione di un detenuto

Violenta aggressione al carcere Pagliarelli-Lorusso di Palermo ad opera di un detenuto. Due agenti in servizio all’interno della casa circondariale sono finiti in ospedale. “Ennesimo episodio di violenza verso gli agenti della polizia penitenziaria”, dice Igor Gelarda.

L’episodio è avvenuto nella serata di ieri quando sono stati aggrediti due uomini della polizia penitenziaria. Secondo quanto ricostruito, un detenuto si sarebbe scagliato con violenza verso un brigadiere e un agente che sono rimasti feriti. Il brigadiere ha riportato una frattura al volto è una prognosi di 7 giorni, l’appuntato ha una prognosi di 3 giorni. Sono stati portati al Pronto soccorso dell’ospedale Civico di Palermo per le cure del caso.

Sono ormai quotidiane le aggressioni denunciate all’interno delle carceri siciliane. Solo ieri una nuova aggressione nel carcere Ucciardone. Un assistente capo coordinatore, in servizio all’ottava sezione, è stato offeso da un detenuto che ha cercato più volte di sfidarlo e di colpirlo con i pugni.
Per evitare le scontro l’agente della polizia penitenziaria è scivolato riportando seri traumi alle ginocchia. L’assistente capo è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all’ospedale Villa Sofia.

“Ennesimo episodio di violenza verso gli agenti della polizia penitenziaria – dice Igor Gelarda capogruppo di Prima l’Italia – La situazione è diventata ormai intollerabile tra Ucciardone e Pagliarelli. Io ho chiesto l’istituzione del garante dei diritti dei poliziotti penitenziari. Abbiamo anche approvato una mozione in consiglio comunale a Palermo, in tal senso, perché la solidarietà non deve essere a senso unico, ma anche verso i servitori dello Stato. Basta violenza verso la polizia penitenziaria”.(direttasicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.