Carceri, Delmastro (FdI): “Clamorosa carenza di organico tra gli agenti nei ruoli ispettivi e vice-ispettivi”

“Siamo andati a verificare le condizioni degli agenti della polizia penitenziaria, uomini e donne reclusi senza colpa e senza pena. Si registra una clamorosa carenza di organico tra gli agenti nei ruoli ispettivi e vice-ispettivi. Agenti che molto spesso non sono in possesso di adeguati dispositivi di sicurezza, il carcere non dispone di un sistema di videosorveglianza che funzioni correttamente, personale sottoposto a turni di lavoro pesanti e stressanti. A più riprese si sono verificate rivolte in carcere, aggressioni nei confronti degli agenti e atti di autolesionismo. Il personale è costretto a lavorare in condizioni inaccettabili, senza nessuna garanzia di sicurezza. La continuità del servizio è garantito solo dalla professionalità e senso del dovere degli agenti penitenziari”.

Lo ha dichiarato il deputato di Fratelli d’Italia e Responsabile Giustizia del partito, Andrea Delmastro.

“In Italia esiste la figura del Garante dei Detenuti, c’è una mia proposta di legge per l’istituzione del Garante degli agenti di polizia penitenziaria per conoscere le reali condizioni di lavoro dei nostri uomini e donne in divisa – ha spiegato Delmastro. Inoltre, non si capisce perché il capo del Dap non sia un agente della polizia penitenziaria, problema questo da cui, a cascata, derivano tutti gli altri. Nella casa circondariale di Lucca abbiamo notato varie criticità, è fatiscente, presenta gravi problemi di spazi, condizioni igienico-sanitarie critiche: provvederemo a portare il caso a livello nazionale con interrogazioni parlamentari” ha aggiunto e concluso.(politicanews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.