Bancali, aggredito un agente di polizia penitenziaria: la solidarietà di Michele Pais

Il presidente del Consiglio regionale della Sardegna Michele Pais ha visitato la Casa circondariale di Sassari per esprimere la solidarietà e la vicinanza all’assistente capo coordinatore della Polizia penitenziaria ferito da un detenuto. 
«Questa ennesima aggressione – ha detto Michele Pais – riflette lo stato di emergenza delle carceri sarde: il problema del sovraffollamento, la carenza di comandanti, di direttori e di personale in genere della Polizia penitenziaria merita la massima attenzione da parte del Dipartimento della amministrazione penitenziaria e del Ministro Cartabia.»
«La Polizia Penitenziaria svolge quotidianamente un lavoro importante la cui complessità spesso non viene apprezzata appieno nella sua fondamentale rilevanza – ha aggiunto Michele Pais -. Il carcere di Bancali è un Istituto penitenziario di massima sicurezza con molteplici problemi legati alla convivenza di detenuti particolari. È necessario che l’Amministrazione Penitenziaria centrale prenda a cuore il problema al fine di garantire maggiore serenità e tutela per gli agenti che vi operano.»

«Le donne e gli uomini con il Basco Azzurro – ha concluso Michele Pais – rappresentano un presidio di legalità e sicurezza al servizio dello Stato e del nostro Paese.»(sardegnaierioggidomani)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *