Situazione carceri, Presidente Latini incontra rappresentanti sigle sindacali polizia penitenziaria

Incontro del Presidente del Consiglio regionale, Dino Latini, con i rappresentanti delle sigle sindacali del corpo di polizia penitenziaria alla luce dei recenti episodi di violenza e atti di autolesionismo avvenuti all’interno delle carceri marchigiane.

Tensioni e difficoltà operative, quelle evidenziate dai rappresentanti sindacali, che sono anche figlie della nota carenza di personale, rispetto alla quale si chiede da tempo l’intervento del Ministero di Grazia e Giustizia per colmare questo deficit. Da parte sua, il Presidente Latini, ha confermato l’impegno su più fronti, a partire dalla presentazione di una mozione in Consiglio regionale utile a rafforzare le sollecitazioni per il potenziamento della dotazione organica e per tutti gli opportuni ed urgenti provvedimenti da assumere al fine di recuperare l’attuale situazione di crisi. L’occasione è stata utile anche per lanciare la proposta per l’apertura di un Tavolo permanente sulla sicurezza e per valutare le condizioni, anche normative, per chiedere l’istituzione di una Commissione di inchiesta regionale. Il Presidente Latini ha confermato l’impegno a portare l’attenzione su questi temi in sede minßisteriale, ma anche in sede di Conferenza dei Presidenti delle Assemblee regionali. Inoltre, si dovrà valutare – così come sollecitato dalle sigle sindacali – il potenziamento delle REMS (attualmente nelle Marche ne è presente soltanto una), la stabilizzazione della pianta organica sanitaria presente nelle carceri, l’attivazione del reparto speciale per detenuti presso l’ospedale regionale di Torrette.

All’incontro hanno partecipato Claudio Tommasino (SAPPE), Alessandro Scognamiglio (USPP), Gianluca Scarano (UILPA), Francesco Patruno (FP-CGIL), Maurizio Gabucci (FNS-CISL), Mauro Nichilo (OSAPP). Erano inoltre presenti Stefano Pollegioni, delegato per il comparto sicurezza Udc, Davide Delvecchio, coordinatore provinciale del partito, e Vittoriano Solazzi.(vivere marche)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.