Provvedimenti assunti dopo le rivolte del marzo 2020 , ulteriori iniziative si intendano assumere per prevenire il ripetersi di altri eventi….

News Ultim' ora

Senato della repubblica presentata interrogazioni a risposta scritta dei Senatori POTENTI, TURRI, BISA, TATEO, MORRONE, CANTALAMESSA, PAOLINI, MARCHETTI e DI MURO rivolta al Ministro della Giustizia inerente le rivolte del marzo scorso e quali ulteriori iniziative si intendano assumere per prevenire il ripetersi di altri eventi


POTENTI, TURRI, BISA, TATEO, MORRONE, CANTALAMESSA, PAOLINI, MARCHETTI e DI MURO. — Al Ministro della giustizia. —

Per sapere – premesso che:


tra il 7 e il 9 marzo 2020, mentre l’epidemia COVID-19 cominciava a diffondersi nel Paese, in 22 penitenziari italiani sono esplose contemporaneamente violente ribellioni. Sono conseguiti ingenti danni causati alle strutture; sono stati decine i feriti tra gli agenti della polizia penitenziaria e dodici i detenuti morti, tutti per overdose dopo aver ingerito quantità esagerate di farmaci e metadone rubate nelle farmacie carcerarie; sugli episodi in questione sono in corso di svolgimento attività di indagine da parte di più procure che starebbero seguendo, secondo le indiscrezioni giornalistiche ed alcune dichiarazioni rilasciate dalla polizia giudiziaria, la pista di una regia esterna, riconducibile alla criminalità organizzata;

alcune norme della legge 26 luglio 1975, n. 354, sull’ordinamento penitenziario, fra tutte gli articoli 14-bis e 41-bis, permettono di assumere particolari misure, rispettivamente, di sorveglianza particolare verso detenuti che compromettono la sicurezza ovvero turbano l’ordine negli istituti e di sospensione nell’istituto interessato o in parte di esso, dell’applicazione delle nor- mali regole di trattamento dei detenuti e degli internati in casi di rivolta o di altre gravi situazioni di emergenza; tali provvedimenti sono atti dell’amministrazione penitenziaria e del Ministero della giustizia ed esulano quindi dalla serie di valutazioni tipiche della discrezione giudiziaria –:

se, quanti e quali provvedimenti tra quelli citati di cui agli articoli 14-bis e 41-bis dell’ordinamento penitenziario siano stati assunti nelle carceri teatro delle rivolte del marzo 2020 e se e quali ulteriori iniziative si intendano assumere per prevenire il ripetersi di altri eventi come quello di cui trattasi. (4-05548)