Tentano di introdurre un micro telefono cellulare nella Casa di Reclusione di Spoleto, fermati dalla Polizia penitenziaria

Cronaca Ultim' ora

Nella giornata di ieri come ci riferisce il nostro Segretario Locale Alsippe Salvatore Abbenante , in mattinata, in seguito ad un colloquio avvenuto tra un detenuto italiano, di origini siciliane allocato al regime penitenziario AS3, e la sua famiglia, l’utente veniva perquisito come previsto dall’ordinamento penitenziario, e grazie agli agenti di polizia penitenziaria, veniva rinvenuto un micro telefono cellulare, occultato nelle parti intime.
Solo grazie alla professionalità degli agenti si è evitato di introdurre all’interno del penitenziario un micro telefono,che avrebbe potuto compromettere l’ordine e la sicurezza.
Il tutto è stato segnalato alle autorità competenti.