Useremo i droni nelle carceri, effettuato esperimento a….

News Ultim' ora

U

Bonafede: “useremo i droni nelle carceri, effettuato esperimento a Viterbo”

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nel corso di una comunicazione in commissione al Senato – L’esperimento eseguito lo scorso 11 giugno. “Useremo i droni nelle carceri, un sopralluogo è stato effettuato a Mammagialla”. Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nel corso di una comunicazione in commissione al Senato.

“Un esperimento con l’uso di questa tecnologia – ha ricordato il ministro – è stato fatto lo scorso 11 giugno nel carcere di Mammagialla con una società specializzata nel settore. Sono tutti strumenti con cui cerchiamo di migliorare la qualità lavorativa della polizia penitenziaria”.

Bonafede nel suo intervento ha rimarcato che “il problema della sicurezza negli istituti penitenziari rimane sempre un tema di primaria importanza” e ha poi fornito qualche dato in merito. Nel 2015 sono state 424 le aggressioni al personale di istituto penitenziaria, nel 2016 sono state 541, nel 2017 circa 587, nel 2018 sono state 681 e nel 2019 (dato in aggiornamento) 272. Il ministro ha poi parlato di sovraffollamento: “Sono 60.320 i detenuti nelle carceri italiane, a fronte di 46.782 posti regolamentari disponibili”.

Bonafede ha riferito di un “tasso di affollamento al 128,94%”, con i dati aggiornati al 16 luglio scorso. Per gli Icam, l’istituto a custodia attenuata per detenute madri, Bonafede ha sottolineato che “non c’è un problema di sovraffollamento ma di distribuzione sul territorio. Infatti spesso le detenute non ci vanno perché sono lontani”. Il ministro ha concluso ricordando che sono stati messi in bilancio 30 milioni per 3 nuovi Icam, uno dei quali sarà a Bagnoli.(tusciaweb.eu)