La Penitenziaria festeggia i 202 anni di vita. Presenti Di Maio e Salvini

News Ultim' ora

Il Corpo di Polizia Penitenziaria celebra il 202° anniversario della sua fondazione e per festeggiare la significativa ricorrenza si terrà oggi, lunedì 8 luglio,  in Piazza del Popolo a Roma,  un evento con inizio alle ore 18 e diretta televisiva su Rai 3. Previsti gli interventi del Guardasigilli, Alfonso Bonafede, e del capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Francesco Basentini.

Presenti, tra gli altri, il presidente della Corte Costituzionale Giorgio Lattanzi, i vicepresidenti del Consiglio, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i vicepresidenti della Camera, Mara Carfagna e Fabio Rampelli, il ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro, i sottosegretari alla Giustizia, Vittorio Ferraresi e Jacopo Morrone, il vicepresidente del Csm David Ermini, il primo presidente della Corte di Cassazione Giovanni Mammone e il procuratore generale della Corte di Cassazione Riccardo Fuzio.

Questa mattina, il ministro della Giustizia ha deposto una corona d’alloro all’Altare della Patria,sul sacello del Milite ignoto,  in memoria dei caduti.

Durante la manifestazione pomeridiana, nel cuore della Capitale, seguiranno la sfilata del reparto d’onore e la consegna delle onorificenze al personale che si è distinto nelle attività di servizio; sfileranno i gonfaloni dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria, della città Metropolitana di Roma Capitale e della Regione Lazio.

L’iniziativa vuole essere un modo, oltreché per far conoscere la storia di un Corpo da oltre due secoli impegnato in prima linea nella difesa della legalità e della sicurezza del Paese, anche per esprimere la gratitudine nei confronti di donne e uomini che servono le istituzioni e la giustizia, garantendo l’ordine nelle carceri, contribuendo alla rieducazione dei detenuti e fornendo un apporto fondamentale alle attività di prevenzione e contrasto a mafie, terrorismo e a ogni altra forma di criminalità.