Orario di lavoro Personale di Polizia penitenziaria , richiesta di chiarimenti in merito all’organizzazione dei …..

Note Ultim' ora

Prot. N. 005 del 06/05/2019 Seg. Nazionale

Alla Direzione della Casa Circondariale

Dr. Carlo Mazzerbo

Livorno

e.p.c. Al Provveditorato Regionale

Dell’Amministrazione Penitenziaria

Firenze

Al Coordinatore U.O.2

Sede

Oggetto: Chiarimenti orario di lavoro giornaliero U.O.2 .

Gentilissimo Dottore

con la presente questa organizzazione Sindacale affiliata all’ O.S.A.P.P. e

pertanto destinataria delle prerogative sindacali riservate alle OO.SS. maggiormente

rappresentative, chiede alla S.V. chiarimenti in merito all’ organizzazione dei turni di

servizio dell’ U.O. 2., infatti giungono lamentele da parte del personale di Polizia

Penitenziaria in servizio presso codesta Casa Circondariale ed appartenenti alla suddetta

U.O., inerenti a :

1. turni di servizio di 6 (sei) ore quasi totalmente assenti, o limitati a fasce orarie che

non consentono la programmazione dei quattro quadranti (si veda il 16/22);

2. la totale mancanza nella programmazione dei turni, dell’ identificazione del turno

pomeridiano (12/18), allo stato attuale, quelle poche volte che detto turno è

presente nel mod 14A, nel servizio programmato mensile, viene volutamente

indicato con l’ orario del turno mattutino, creando disagi all’ organizzazione

personale del dipendente oltre a non poche difficoltà nel controllo dell’ equa distribuzione dei turni;

Questa sigla da una prima disamina dei posti di servizio del U.O.2 non riesce a

comprendere come mai sia (a detta del Uff. Servizi U.O.2) impossibile organizzare i servizi

su 4 quadranti.

Alla scrivente pare più che sia una situazione creata a D.O.C. al fine di potersi trincerare

dietro la scusa del poco personale, infatti dal controllo dei programmati, si può notare che

la forza assente è quasi sempre al limite se non superiore al 35% della forza totale delle

unità assegnate all’ U.O.2.

Abbiamo riscontrato che l’ attuale organizzazione dei turni ,U.O.2 consuma circa 14000

ore annue, che porta inesorabilmente a uno sforamento del budget assegnato annualmente

all’ Istituto di Livorno, con la concausa del non pagamento e relativo accantonamento delle

ore di straordinario svolte dal personale.

Noi con un piccolo sforzo, abbiamo sviluppato una proposta di rimodulazione dei turni di

servizio che porterebbe lo straordinari annuale dell’ U.O.2, dalle attuali 14000 ore circa a

più o meno 6000 con un risparmio che si aggirerebbe sulle 8000 ore circa solo per U.O.2.

A parere della scrivente, l’ articolazione dei turni che le si propone, consentirebbe:

 un risparmio in termini di ore non indifferente;

 turni notturni di 6 ore in quasi tutti i posti di servizio del U.O.2;

 Il rispetto dei diritti elementari del personale in materia di orario di servizio,

rispettando maggiormente l’ orario di lavoro settimanale di 36 ore.

L’ attuale compilazione del mod 14/A dell’ U.O. 2, per disposizioni impartite viene

sbrogliata tenendo in considerazione eventuali deficit di altre UU.OO, nonostante in

precedenza siano state impartite altre specifiche direttive in merito ai posti di servizio da

ricoprire, come ad esempio il Piano Terra Blu(considerato insopprimibile) o il corridoio

portineria, da ricoprire con personale maschile nel turno serale, direttive che vengono

puntualmente disattese e che vanno a gravare solo ed esclusivamente sul personale dell’

U.O.2, ad esempio, capita spesso che nel turno serale ci si ritrovi il Corridoio Portineria

(che si occupa dell’ ingresso dei semiliberi) e la Portineria, coperti da personale femminile,

mentre in contemporanea, lo Smistamento o il Block House o la Sala Reggia sono coperti

da unità maschili, dirottando il compito dell’ accompagnamento dei semiliberi, all’ unità

della portineria ex-femminile o peggio a quella addetta al reparto Nuovi Giunti.

Altra anomalia, è data dal fatto che le altre unità operative lamentano una carenza di

uomini, ma riescono a sviluppare turni anche sui 4 quadranti, mentre a dire dei

Coordinatori U.O.2 ha abbondanza di personale e quindi deve sopperire ai deficit delle

altre unità, ma allo stato attuale U.O.2 è l’unica a non riuscire a sviluppare turni su 4

quadranti.

Per quanto su rappresentato, le chiediamo che le direttive emanate vengano rispettate

dalle altre UU.OO., di valutare la nostra proposta di articolazione dei turni di servizio per l’

U.O.2, nonché la convocazione al più presto per un confronto sull’ argomento, dove

potremmo ragguagliarla maggiormente.

Si allegano:

 proposta di articolazione dei turni dell’ U.O.2;

 alcune copie dei programmati mensile dell’ U.O.2 dove si può ben vedere quanto

rappresentato.

In attesa di un riscontro le porgiamo distinti saluti

Livorno 06.05.2019

Segretario Nazionale Al.SI.P.PE

Porcu Luigi