Tentano l’evasione dall’ospedale, bloccati due detenuti ,due agenti di Polizia Penitenziaria rimasti feriti

Cronaca Ultim' ora

Tentano l’evasione: sparatoria davanti all’ospedale

Due detenuti hanno tentato l’evasionedall’ospedale di Terni, dove erano stati accompagnati per sottoporsi a delle cure. Uno è l’uomo di 34 anni che aveva ingerito delle lamette, un bracciale e un telefonino e per questo era stato ricoverato.

Intorno alle 23 di martedì 12 marzo 2019, i due detenuti, nel reparto dove erano ricoverati, hanno aggredito un’infermieria e due agenti della Polizia penitenziaria che li stavano piantonando.

Si sono dati poi alla fuga, inseguiti dagli agenti. Davanti all’ingresso dell’ospedale uno dei due ha visto una donna che era seduta all’interno della sua macchina parcheggiata, l’ha fatta uscire a forza, affibbiandole anche un morso che l’ha ferita, facendola sanguinare copiosamente, poi è montato nell’auto – una Peugeot 206 – e si è dato alla fuga.

A quel punto sono stati esplosi anche alcuni colpi di pistola da parte degli agenti della Penitenziaria, a scopo intimidatorio.

L’altro detenuto, il 34enne, è stato invece bloccato subito.

Il fuggitivo, detenuto nel carcere di Spoleto in regime di alta sicurezza, si è diretto verso Orte, ma è stato intercettato da una pattuglia della Polizia di stato proprio all’imbocco del raccordo, all’altezza della prima stazione di servizio.

Oltre alla ragazza cui è stata portata via la macchina, sono rimasti feriti in maniera non grave anche i due agenti della Polizia penitenziaria.(Corriere della’ Umbria)