Operazione Antidroga della Polizia penitenziaria Nuovo Complesso di……

Cronaca Ultim' ora

Operazione Antidroga Nuovo Complesso Penitenziario di Napoli Secondigliano

Il Comandante della Polizia Penitenziaria del Reparto di Secondigliano chiude il bilancio dell’anno con un maxi sequestro di hashish destinato ai detenuti del penitenziario, probabilmente in vista dei festeggiamenti di questa sera.

Nonostante lo Stato investa milioni di euro nei programmi di trattamento dei detenuti, attraverso corsi di studio, lavoro e attività socio/ricreative, molti di questi tradiscono ancora una volta la mano tesa dello Stato e della collettività. A violare le regole, questa volta è un detenuto a cui il magistrato aveva consentito di trascorrere il Natale con la propria famiglia. Al rientro dal permesso premio però, è finito nella rete dei controlli antidroga per i quali il Comandante dei Baschi Azzurri partenopei aveva richiesto il supporto del Nucleo Regionale Cinofili Campania Distaccamento di Benevento e Avellino. Sono stati i cani poliziotto Igor e Cesare a rovinare il “festino” a base di hashish. Gli accertamenti effettuati dopo le segnalazioni dei cani antidroga hanno consentito di appurare che il detenuto era un vero e proprio ovulatore e che all’atto del fermo, gli ovuli erano già nell’ampolla rettale.

L’operazione di oggi si colloca tra le attività più rilevanti di contrasto al fenomeno dei tentativi di introduzione di droga all’interno dei penitenziari campani.

L’ovulatore finito in manette è stato posto a disposizione della Procura della Repubblica di Napoli.

A termine 2018 non possiamo che evidenziare la professionalità della Polizia Penitenziaria dei vari Reparti partenopei e quella dei Cinofili Antidroga della Campania che con i propri cani poliziotto assicurano la sicurezza del paese.