Carceri, si riparte dai “gruppi anti-rivolte”

Cronaca Ultim' ora

Il nuovo Dap. Tra le priorità di Basentini ci sono anche le videoconferenze e i reparti psichiatrici. Si è preso cinque mesi di tempo per capire e poi, il 5 dicembre, Francesco Basentini, da fine giugno capo del Dap, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, ha messo nero su bianco le sue critiche al sistema, che ha carceri senza direttori da anni o proposte come quella di istituire squadre speciali. Il Basentini-pensiero si legge nel documento riservato, che Il Fatto ha potuto visionare, sulle “linee programmatiche”.

La prima cosa che salta all’occhio, a pagina 13, è proprio il progetto di costituire un nucleo speciale anti rivolte carcerarie. Un’iniziativa che fa tornare alla memoria i cinque agenti della polizia penitenziaria feriti nel carcere minorile di Catania il 5 settembre da detenuti furiosi per il trasferimento di un loro compagno.

Il 17 settembre, neppure due settimane dopo, Basentini forma un gruppo di lavoro ad hoc per realizzare la sua idea: “Gruppi di intervento operativo, dotati di equipaggiamento idoneo ad affrontare ogni possibile evento critico, addestrati per l’utilizzo di tecniche operative, che tutelino la propria incolumità e quella dei detenuti”. Inoltre, il 20 settembre, ripristina i corsi di autodifesa “per la polizia penitenziaria impegnata in difficili e spesso rischiosi servizi”.

Al nuovo capo Dap non piace l’andazzo delle nomine dei direttori dei penitenziari e dei Provveditorati. Sembra convinto che ci siano stati criteri che non hanno a che fare con il merito né con le reali necessità del Dap e creano vuoti pericolosi. Usa parole diplomatiche, ma il senso è chiaro: “Sono stati seguiti in molti casi criteri particolarmente singolari e non comprensibili.

Ad esempio, alcuni istituti sono tuttora privi di comandante come Aosta, Saluzzo, Sondrio, Sassari mentre in altri penitenziari o presso i Provveditorati sono stati destinati diversi Commissari. In questo anomalo contesto generale è altresì accaduto che alcuni Commissari siano stati distaccati al Dap o ai Provveditorati o a uffici esterni”. Idem gli Ispettori. Quindi, ci vuole un cambio di rotta “urgente” e un “meccanismo premiale” per le “sedi disagiate”.

Basentini punta il dito pure sui costi sempre crescenti della traduzione dei detenuti in tribunale per l’udienza di convalida e propone le videoconferenze, uno strumento molto caro all’ex Commissione presieduta da Nicola Gratteri (inascoltata) sulla Giustizia. “La previsione per fine anno – denuncia – è che il costo sarà di oltre 20 milioni di euro per circa 30 mila detenuti”. Il cambio di passo riguarda anche la comunicazione interna con la piattaforma “Calliope”: giro di vite sui destinatari perché “spesso è indiscriminata”.

Altro punto dolente sono le cosiddette Rems, nate al posto degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Sono “insufficienti”, 30 con 600 posti complessivi, distribuite a capocchia. Risultato? Molti detenuti con problemi psichici sono in penitenziari comuni dove “si sono dovute attrezzare (e non sempre ci si è riusciti) articolazioni psichiatriche”.

C’era già Basentini quando una detenuta di Rebibbia, il 18 settembre, ha ucciso in carcere i suoi due bimbi. Nella relazione il capo del Dap scrisse che la detenuta “era stata più volte segnalata per alcuni comportamenti sintomatici di una preoccupante intolleranza verso i due piccoli” e il personale aveva sollecitato “accertamenti anche di tipo psichiatrico”.

Ma il Dap, spiega oggi, può fare ben poco, dato che le strutture dipendono dalle Regioni: solo “attività di sensibilizzazione” contro “il torpore del sistema”. A proposito dei detenuti, rivela un fatto poco noto: “Un numero elevato resta in carcere pur avendo i requisiti di legge” per chiedere di uscire. A loro verrà data una “brochure informativa”.

Basentini è anche convinto che ci voglia una maggiore rotazione del personale, almeno ogni 7 anni, per garantire “efficienza” e che non debba essere più il direttore del personale ad avere potere di nomina dei dirigenti.( Il Fatto Quotidiano)