Operazione antidroga polizia penitenziaria – sequestro di droga e micro telefonini destinati ai detenuti

Cronaca Ultim' ora

Mariarosaria Iannaccone, Comandante del Reparto di Polizia Penitenziaria di Ariano Irpino, conclude una brillante operazione antidroga e di contrasto all’introduzione fraudolenta di micro telefoni cellulari all’interno del carcere.

Dalle prime ore dell’alba gli automezzi speciali dell’Antidroga Campania hanno raggiunto il Reparto di Ariano Irpino in supporto dei Baschi Azzurri arianesi.

A finire nella rete dei controlli sono state sia le persone detenute che i loro familiari che si erano recati in visita colloqui. Infatti proprio un familiare di un detenuto ha tentato di introdurre centinaia di dosi di derivati della cannabisi sativa oltre due micro telefonini idonei a comunicazioni fraudolenti con l’esterno atte a bypassare i controlli della Polizia Penitenziaria in tema di corrispondenza telefonica. Fondamentale è stato l’intervento dei cani poliziotto Igor e Umea del Distaccamento Cinofili di Benevento, che hanno impedito il compimento dell’atto delittuoso. Nonostante l’escalation dei tentativi di violazioni dei sistemi di sicurezza e controllo della Polizia Penitenziaria dei vari Reparti della regione, registriamo che l’elevate capacità professionali dei Funzionari di Polizia, dei loro Reparti e del Nucleo Regionale Cinofili Antidroga Campania, impediscono qualsiasi atto di introduzione fraudolenta di oggetti non consentiti all’interno del perimetro militare di competenza.