Telefonata al Dap del Ministro Bonafede davanti al sindaco per far sbloccare i lavori nel carcere

 

 

Alba (Cn): Bonafede telefona al Dap davanti al sindaco “sbloccate i lavori nel carcere”

 

Il ministro ha incontrato Marello durante un convegno al Centro ricerche Ferrero. Una telefonata “in diretta” per sbloccare i lavori di ristrutturazione nel carcere “G. Montalto” e l’annuncio di voler tornare presto ad Alba per visitare lo Sportello di prossimità del tribunale, che è attivo dal 5 febbraio 2016 e potrebbe essere potenziato. È l’esito dell’incontro che il sindaco di Alba, Maurizio Marello, ha avuto oggi (sabato 17 novembre) con il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine del convegno “Finanziamento e crisi della piccola media impresa” organizzato dall’associazione albese Studi di diritto commerciale.

Il ministro è arrivato al Centro ricerche Ferrero intorno alle 10 per un intervento su “Governo del cambiamento e riforma della legge fallimentare”. Ma al di là delle importanti questioni nazionali affrontate dal convegno da relatori illustri come il neo vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, David Ermini, il presidente del Consiglio nazionale dottori commercialisti, Massimo Miani, e il direttore generale di Banca d’Italia, Salvatore Rossi, ad Alba premeva avere risposte sulle due scottanti problematiche locali.

Sulla riapertura dei tribunali soppressi, Bonafede ha risposto a Marello e successivamente ha ribadito al consigliere comunale pentastellato Ivano Martinetti che “è molto complicato riaprire i tribunali”. Il ministro sta puntando sugli Sportelli di prossimità e, venendo a conoscenza della positiva esperienza albese, ha detto che verrà a visitarlo per promuovere le buone pratiche. Intanto ha chiesto una relazione dettagliata sullo Sportello per capire come funziona e valutare la possibilità di incrementarne i servizi.

Per quanto riguarda i lavori nella casa di reclusione, il sindaco e il garante Prandi hanno consegnato al ministro una relazione sul carcere chiuso nel 2016 dopo i casi di legionella e riaperto solo parzialmente nel 2017. Hanno chiesto il prosieguo dei lavori nella struttura, considerato anche che 4,5 milioni di euro sono già stati stanziati dal ministero della Giustizia. Bonafede ha comunicato in diretta con il capo del Dap, Francesco Basentini, chiedendo di sbloccare la vicenda.(La Stampa)

 

Shortlink:

Posted by on 18 novembre 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login