Riordino delle carriere del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia approvato in Consiglio dei Ministri disegno di legge…………..

A Palazzo Chigi si è riunito ieri  giovedì 25 ottobre 2018 il Consiglio dei Ministri, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti, tra i provvedimenti discussi e’ stato approvato un disegno di legge che prevede la delega al Governo per l’adozione di disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi in materia di riordino delle carriere del personale delle forze armate e delle forze di polizia, di seguito il comunicato del Consiglio dei Ministri numero 25

 

RIORDINO DELLE CARRIERE DELLE FORZE ARMATE E DI POLIZIA

Deleghe al Governo per l’adozione di disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi 29 maggio 2017, numeri 94 e 95, in materia di revisione dei ruoli e riordino delle carriere del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia (disegno di legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro della difesa Elisabetta Trenta, ha approvato un disegno di legge che prevede la delega al Governo per l’adozione di disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi in materia di riordino delle carriere del personale delle forze armate e delle forze di polizia.

L’obiettivo della delega è quello di garantire l’equiordinazione tra le forze armate e quelle di polizia, colmando un disallineamento tra le principali leggi delega di disciplina dei comparti “difesa” e “sicurezza”, in modo da conformarsi anche ai pareri espressi dalle Commissioni parlamentari competenti nella fase di adozione dei decreti legislativi già citati.

Nell’esercitare la delega non si incide sulle dotazioni organiche complessive ma si prevede l’utilizzo delle risorse già stanziate e confermate con il decreto-legge “Sicurezza” (decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113), attualmente in fase di conversione

Shortlink:

Posted by on 26 ottobre 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login