Polizia penitenziaria e Polizia di Stato eseguono perquisizioni …..

Cronaca Ultim' ora

 Blitz della polizia, carcere al setaccio: controllati oltre 50 detenuti

La Polizia di Stato di Campobasso ieri sera ha eseguito una perquisizione personale e locale delegata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso dott. Nicola D’Angelo presso un’intera sezione della Casa Circondariale di Campobasso, volta alla ricerca di stupefacenti e apparati di comunicazione telefonica con l’esterno.
Ha collaborato nell’attività delegata la Polizia Penitenziaria di Campobasso.

L’odierna perquisizione si ricollega ad una analoga effettuata nell’aprile 2018. La Squadra Mobile e l’Ufficio Sanitario Provinciale della polizia di Stato hanno controllato oltre cinquanta detenuti.

All’interno di una cella occupata da quattro detenuti, sono stati rinvenuti ed occultati nelle parti intime, tre telefoni cellulari funzionanti, di ridotte dimensioni, tali da renderli difficilmente rintracciabili nel corso dei controlli. Inoltre è stata rinvenuta sostanza stupefacente per oltre 11 grammi di hashish e una dose di marijuana, in parte nella medesima cella, in parte nell’area comune.

Un detenuto georgiano, per sfuggire ai controlli della Polizia, ha ingoiato o una sim o dello stupefacente. E’ stato pertanto accompagnato in Ospedale dove è stato sottoposto ad esami strumentali. Lo stesso ha rifiutato le cure ed è stato pertanto riaccompagnato nel carcere in osservazione.
Tutto il materiale è stato sequestrato e i soggetti segnalati all’autorità giudiziaria e all’Autorità Amministrativa competente per la violazione dell’art. 75 Testo Unico Stupefacenti.(temoliTV)

 

 

Blitz della polizia, carcere al setaccio: controllati oltre 50 detenuti 

La Polizia di Stato di Campobasso ieri sera ha eseguito una perquisizione personale e locale delegata dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso dott. Nicola D’Angelo presso un’intera sezione della Casa Circondariale di Campobasso, volta alla ricerca di stupefacenti e apparati di comunicazione telefonica con l’esterno.
Ha collaborato nell’attività delegata la Polizia Penitenziaria di Campobasso.

L’odierna perquisizione si ricollega ad una analoga effettuata nell’aprile 2018. La Squadra Mobile e l’Ufficio Sanitario Provinciale della polizia di Stato hanno controllato oltre cinquanta detenuti.

All’interno di una cella occupata da quattro detenuti, sono stati rinvenuti ed occultati nelle parti intime, tre telefoni cellulari funzionanti, di ridotte dimensioni, tali da renderli difficilmente rintracciabili nel corso dei controlli. Inoltre è stata rinvenuta sostanza stupefacente per oltre 11 grammi di hashish e una dose di marijuana, in parte nella medesima cella, in parte nell’area comune.

Un detenuto georgiano, per sfuggire ai controlli della Polizia, ha ingoiato o una sim o dello stupefacente. E’ stato pertanto accompagnato in Ospedale dove è stato sottoposto ad esami strumentali. Lo stesso ha rifiutato le cure ed è stato pertanto riaccompagnato nel carcere in osservazione.
Tutto il materiale è stato sequestrato e i soggetti segnalati all’autorità giudiziaria e all’Autorità Amministrativa competente per la violazione dell’art. 75 Testo Unico Stupefacenti.(temoliTV)