Agenti di polizia penitenziaria assolti dall’accusa di……….

 

Prostitute al night, condanna per i gestori e assoluzione per le divise

Una decina tra agenti di polizia penitenziaria, poliziotti e carabinieri accusati di corruzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione

Poliziotti, carabinieri e agenti di polizia penitenziaria tutti assolti, ci per prescrizione e chi per non aver commesso il fatto, nel processo di primo grado ad un giro di prostituzione nei night club varesini che risale agli anni 2003-2005.

Un’indagine scoperchiò un giro di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione che ha coinvolto una settantina di donne che provenivano quasi tutte dall’Europa dell’Est: Lituania, Russia e Lettonia soprattutto. Il processo di primo grado è iniziato nel 2011 per concludersi oggi, dopo 7 anni dall’inizio e a 13 anni dall’inchiesta.

Le donne avevano tutte un’età compresa tra i 20 e 35 anni. Le giovani prostitute non si fermavano in un posto per più di 15 giorni, i loro “impresari” provvedevano a farle spostare di locale in locale e anche in altre province italiane.

In tutto una quindicina gli imputati tra i quali anche alcuni esponenti delle forze dell’ordine per i quali era stata ipotizzata anche l’accusa di corruzione, poi caduta in prescrizione. Ad essere condannati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, alla fine, sono stati i quattro gestori dei locali mentre un quinto è stato assolto.

Per loro sono state comminate pene dai 3 anni ai 3 anni e 6 mesi. Il difensore dei gestori, Corrado Viazzo, ha commentato: “Una sentenza complessa, attendiamo le motivazioni per decidere se presentare ricorso in appello”.(VN News)

Shortlink:

Posted by on 22 settembre 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login