Camera dei Deputati .Schema di decreto legislativo recante riforma dell’ordinamento penitenziario (Atto n. 39).

ALLEGATO 3

Schema di decreto legislativo recante riforma dell’ordinamento penitenziario (Atto n. 39).

PARERE APPROVATO

  La II Commissione,
esaminato lo schema di decreto legislativo recante riforma dell’ordinamento penitenziario che dà attuazione alla delega conferita al Governo dalla legge 23 giugno 2017 n. 103, nella parte relativa alle modifiche all’ordinamento penitenziario (articolo 1, commi 82, 83 e 85, lett. a), d), i) l), m) o), r), t) e u));
considerato che:
il 16 gennaio 2018 era stato trasmesso alle Camere un primo schema di decreto legislativo attuativo della delega per la riforma dell’ordinamento penitenziario (AG 511), sul quale le Commissioni Giustizia di Camera e Senato si erano espresse entrambe con pareri favorevoli con condizioni e osservazioni;
successivamente il Governo – in regime di prorogatio delle Camere – aveva trasmesso, il 23 marzo, ai sensi dell’articolo 1, comma 83 della citata legge n. 103, un nuovo schema di decreto legislativo ai fini del «secondo parere» (AG 17) sul quale le Commissioni Giustizia delle nuove Camere hanno reso parere contrario;
a seguito dei pareri contrari espressi dalle competenti Commissioni parlamentari sul precedente schema di decreto, il Governo ha elaborato un nuovo testo del decreto legislativo e lo ha trasmesso alle Camere – come si legge nella relazione illustrativa – «così avviando un nuovo procedimento di esercizio della delega, con conseguente applicazione, per la prima volta, della proroga di 60 giorni del relativo termine» prevista dall’articolo 1, comma 83, della legge 23 giugno 2017, n. 103;
rilevato che:
lo schema di decreto si caratterizza – secondo quanto specificato nella relazione illustrativa che accompagna il testo – per la «scelta di mancata attuazione della delega nella parte complessivamente volta alla facilitazione dell’accesso alle misure alternative e alla eliminazione di automatismi preclusivi»;
valutato positivamente il nuovo impianto del provvedimento che – in considerazione dei pareri contrari da ultimo resi dalle Camere – non dà quindi attuazione alla parte della delega volta alla facilitazione dell’accesso alle misure alternative e alla eliminazione di automatismi preclusivi (lettere b), c) ed e) del comma 85 dell’articolo 1 della legge n. 103 del 2017).
valutato il parere reso dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nella seduta del 6 settembre scorso che ha condizionato il parere favorevole all’accoglimento di specifiche proposte emendative;
ritenuta l’opportunità di recepire le suddette proposte emendative in materia di modalità di erogazione dell’assistenza sanitaria negli istituti penitenziari per adulti.

esprime

PARERE FAVOREVOLE

  con la seguente osservazione:

valuti il Governo l’opportunità di recepire le proposte emendative formulate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in materia di modalità di erogazione dell’assistenza sanitaria negli istituti penitenziari per adulti.

Shortlink:

Posted by on 21 settembre 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login