Solidarieta’ agli agenti di Polizia Penitenziaria aggrediti nei giorni scorsi a……….

Cronaca Ultim' ora

 

 

MILANO. AGGRESSIONI A SAN VITTORE, ASSESSORE DE CORATO MERCOLEDI’ INCONTRERA’ RAPPRESENTANTI POLIZIA PENITENZIARIA

“Siamo all’ennesima aggressione a San Vittore ed ancora una volta e’ un cittadino extracomunitario a delinquere. Come e’ noto piu’ – spiega De Corato – del 60% della popolazione carceraria a San Vittore e’ straniera

Milano, 30 luglio 2018 – L’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, ha espresso solidarieta’ agli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di San Vittore aggrediti nei giorni scorsi.

“Siamo all’ennesima aggressione a San Vittore ed ancora una volta e’ un cittadino extracomunitario a delinquere. Come e’ noto piu’ – spiega De Corato – del 60% della popolazione carceraria a San Vittore e’ straniera. Il delinquente aveva appena finito di scontare la pena e tutto cio’ non ha attenuato la violenza verso le tre guardie. Gli agenti piu’ volte mi hanno riferito delle tensioni quotidiane con gli extracomunitari che sfociano sempre in aggressioni al personale. Si tratta – aggiunge l’assessore – di lavoratori troppo spesso dimenticati dalla politica, intenta piu’ a riconoscere i diritti verso chi delinque rispetto a chi lavora e rappresenta lo Stato”.

1 AGOSTO INCONTRO IN ASSESSORATO – “Mercoledi’ primo agosto – prosegue De Corato – incontrero’ alcuni agenti di Polizia Penitenziaria per fare il punto sulla situazione che vivono all’interno delle case circondariali. Sono sempre piu’ numerose le iniziative avviate per l’inclusione e la riabilitazione sociale di delinquenti, cosi’ come sono numerose le commissioni ed i gruppi di lavoro nati per affrontare i problemi dei detenuti. Ci si dimentica pero’ degli agenti, condannati all’oblio ed all’indifferenza”.

UN TAVOLO CON RAPPRESENTANZE SINDACALI – “Come Assessorato – conclude De Corato – nel prossimo mese di settembre istituiremo un ‘Tavolo’ con tutte le rappresentanze sindacali delle guardie carcerarie lombarde e le Direzioni degli Istituti di pena, con l’obiettivo di risolvere i loro problemi. Oggi esprimo solidarieta’ ai tre agenti feriti ed a tutti quei colleghi che ogni giorno, con senso del dovere, lavorano intensamente”. (mi-lorenteggio.com)