Il riordino dei ruoli e le risorse per le Forze di polizia

Prosegue l’attività di riordino normativo dei ruoli delle Forze di Polizia con uno schema di decreto legislativo, all’esame del Parlamento, che modifica il decreto legislativo 95/2017 adottato nella precedente legislatura.

Clicca il link sotto per leggere il documento della Camera dei Deputati

Riordino Camera dei Deputati

Di seguito i pareri dell’ultima seduta del 26 luglio

Schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95, concernente disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia.
Atto n. 35. 

(Seguito dell’esame, ai sensi dell’articolo 143, comma 4, del regolamento, e rinvio).

  Le Commissioni proseguono l’esame del provvedimento, rinviato, da ultimo, nella seduta del 19 luglio 2018.

  Giuseppe BRESCIApresidente, informa che, sulla base delle indicazioni dei gruppi e alla luce dell’assenso unanime in seno agli Uffici di Presidenza, integrati dai rappresentanti dei gruppi, le Presidenze delle Commissioni riunite hanno chiesto al Presidente della Camera di autorizzare lo svolgimento di un ciclo di audizioni informali sullo schema di decreto. Le audizioni, che riguarderanno i rappresentanti dei corpi di polizia oggetto dello schema di decreto, il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia, nonché gli esponenti delle organizzazioni rappresentative del personale interessato dallo schema, dovrebbero iniziare dalla prossima settimana, a partire da martedì 31 luglio, compatibilmente con l’andamento dei lavori delle Commissioni e con l’andamento delle votazioni in Assemblea.
In tale contesto, in considerazione della complessità del provvedimento e della necessità di svolgere i necessari approfondimenti, nonché in ragione del prossimo aggiornamento dei lavori parlamentari per il periodo estivo, preannunzia che chiederà al Governo la disponibilità ad attendere l’espressione del parere parlamentare anche dopo il termine previsto del 4 settembre, compatibilmente con la scadenza del termine di delega, previsto per il 5 ottobre prossimo.
Chiede quindi se vi siano richieste di intervento.

  Elio VITO (FI) rileva come non sia opportuno svolgere la discussione sulPag. 11provvedimento in assenza del rappresentante del Governo.

  Giuseppe BRESCIApresidente, fa presente come in questa fase la presenza del rappresentante del Governo non sia obbligatoria, ancorché sia comunque opportuna.
Nessun altro chiedendo di intervenire, rinvia quindi il seguito dell’esame ad altra seduta.

Shortlink:

Posted by on 29 luglio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login