Monitorato in maniera congiunta dalla Digos e della Polizia Penitenziaria …………

 

Biella: Inneggia al terrorismo, espulso detenuto marocchino

Biglietto di sola andata per un cittadino marocchino di 34 anni residente nel Torinese, E.H. B., detenuto al Carcere di Biella e considerato a rischio radicalizzazione religiosa. Negli ultimi mesi, l’uomo era monitorato in maniera congiunta dalla Digos e dagli agenti della Polizia Penitenziaria di Biella.

Il giovane aveva mostrato segni concreti di radicalizzazione: in particolare, dichiarazioni esplicite che elogiavano gli attentati terroristici avvenuti fuori dai confini nazionali; in più aveva espresso, in qualche occasione, la volontà di emularsi. Il 34enne (in Italia dal 2011 grazie ad un permesso di lavoro) era finito dietro le sbarre per reati contro il patrimonio e la persona, compiuti fuori dalla provincia di Biella, ed era stato condannato a 2 anni e 9 mesi di reclusione. Nel 2017 gli era stato revocato il permesso di soggiorno. La pena sarebbe terminata nel settembre di quest’anno ma visto il potenziale rischio di estremizzazione si è optato per il decreto di espulsione.

Per questo motivo, nella giornata di ieri, lunedì 23 luglio, si è provveduto alla sua scarcerazione ed è stato accompagnato a Milano Malpensa, sul volo verso Casablanca.(newsbiella.it)

 

Shortlink:

Posted by on 24 luglio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login