Personale di Polizia  penitenziaria carente in carcere, sindacati verso la protesta sollecitano amministrazione penitenziaria

 

 

PERSONALE DI POLIZIA CARENTE IN CARCERE, SINDACATI VERSO LA PROTESTA SOLLECITANO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

Resta irrisolto il nodo delle gravi carenze di organico di polizia penitenziaria nel carcere di Sulmona e i sindacati di categoria, confederali e autonomi, proclameranno lo stato di agitazione e avvieranno iniziative di protesta per sensibilizzare l’amministrazione penitenziaria. I sindacati, in una lettera inviata al direttore della casa di reclusione, Sergio Romice, denunciano l’immobilismo dell’amministrazione rispetto a questo grave problema, che già da tempo provoca pesanti disagi al personale, esponendolo a continui rischi. Una situazione denunciata più volte e ora tornata di estrema gravità con l’ultimo episodio di violenza, segnato dall’aggressione di un detenuto ai danni di un assistente capo di polizia penitenziaria. I sindacati chiedono al direttore Romice di farsi promotore di una richiesta d’incremento del personale, in tutte le sedi, con una conseguente riorganizzazione del lavoro, che assicuri diritti e pari opportunità a tutti gli agenti penitenziari, secondo criteri che tengano conto della sicurezza del personale di polizia e dei restanti operatori della casa di reclusione.(Rete Abruzzo

Shortlink:

Posted by on 21 luglio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login