Atto n. 3-00067

Pubblicato il 10 luglio 2018, nella seduta n. 19

FERRO , TOFFANIN , MALLEGNI – Al Ministro della giustizia. -Premesso che:

da notizie pervenute agli interroganti, nella mattina del 6 luglio 2018, nella casa circondariale di Verona c’è stata un’aggressione ai danni di un agente di Polizia penitenziaria, da parte di un detenuto straniero non nuovo ad episodi di violenza ai danni del personale;

il detenuto avrebbe tentato di colpire con un pugno al volto l’agente in servizio nel reparto, causando una colluttazione nel corso della quale l’agente avrebbe riportato ferite che hanno reso necessario il suo trasporto in ospedale, dove i sanitari lo hanno dichiarato guaribile con 6 giorni di prognosi;

il segretario locale del sindacato Alsippe Vincenzo Bencivenga ha evidenziato il susseguirsi degli episodi di violenza nella casa circondariale di Verona, che registra una situazione di grave disagio, tanto da indurre il personale a chiedere adeguate iniziative volte a ridurre il rischio di queste aggressioni,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non intenda avviare una verifica dell’attuale situazione della casa circondariale di Verona, al fine di appurare eventuali problemi di sovraffollamento, lo stato dell’impianto e degli elementi di sicurezza per gli agenti;

se non intenda adottare misure urgenti così da rendere meno difficile l’attività di gestione da parte degli agenti.