7 punti di sutura per un Assistente Capo di Polizia penitenziaria , intervenuto per………

LIVORNO: LITE TRA DETENUTI NE PAGA LE CONSEGUENZE UN ASSISTENTE CAPO COORDINATORE

Nella mattinata di oggi come ci informa il Segretario Locale Alsippe  Marcello Leozappa una lite avvenuta nella Casa Circondariale di Livorno tra un detenuto italiano e uno straniero si è conclusa con il ferimento di un Assistente Capo di Polizia penitenziaria ,  intervenuto per sedare la lite che è stato raggiunto alla testa da una macchinetta del caffè. Il collega è dovuto ricorrere alle cure presso il locale nosocomio dove gli sono stati applicati 7 punti di sutura.

Quella delle “SUGHERE” continua il Segretario  oramai è una situazione che ha dell’ inverosimile, infatti l’Istituto ha una cronica carenza di personale di Polizia penitenziaria , che associata agli assurdi problemi strutturali dei reparti, costringe il personale a carichi di lavoro pesantissimi, in barba alle normative vigenti, all’ A.Q.N. e ai vari accordi regionali, che sembrano non interessare all’ attuale Direzione.

Basti pensare che il reparto dove oggi si è verificato l’episodio è privo di docce da circa un anno, ma invece di cercare di risolvere il problema, l’ Amministrazione ha deciso che il personale dovrà occuparsi dello spostamento e della gestione dei 70 detenuti che per farsi la doccia devono spostarsi in altro reparto,

L’evento che ha causato il ferimento del collega ,ulteriore segnale di una situazione difficile e pesante che si vive all’interno della Casa Circondariale non  deve concludersi ora con una delle tante sanzioni disciplinari che non potranno essere scontate, ma che differentemente da  analoghi episodi accaduti nel recente passato,  venga mandato un segnale forte ai detenuti con l’allontanamento ad altri istituti dei due facinorosi

La Segreteria Generale Alsippe nel condannare il grave episodio , esprime solidarieta’ e vicinanza al collega ferito , e gli invia gli auguri di una pronta guarigione

Shortlink:

Posted by on 16 giugno 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login