Continua lo stato di agitazione degli agenti di Polizia penitenziaria della casa circondariale di……………….

Casa Circondariale di Arienzo: continua lo stato di agitazione dei lavoratori

Prosegue lo stato di agitazione degli agenti di Polizia penitenziaria della casa circondariale Arienzo. La protesta, cominciata il 26 marzo, è stata segnata lo scorso mercoledì anche da un sit-in dei lavoratori di FP Cgil, Sinappe, Osapp, UIL Pa, Uspp, proprio in occasione della festa del corpo di polizia.

Sono circa 40.000 le lavoratrici e i lavoratori  della Polizia Penitenziaria che ogni giorno servono il paese con fedeltà e abnegazione per contribuire al corretto funzionamento della giustizia italiana.

Nell’istituto penitenziario di Arienzo questo compito assume contorni particolarmente critici a causa delle grandi carenze che vi si registrano: disagi strutturali, una progressiva diminuzione del personale, problematiche igienico sanitarie, mancanza di idonei supporti elettronici per il miglioramento dei servizi, mobili e suppellettili fatiscenti, deposito di armi non a norma e finanche il più semplice rinnovo delle uniformi.

Una situazione di disagio che impedisce alle lavoratrici e ai lavoratori della Polizia Penitenziaria di svolgere al meglio e con serenità il proprio compito; una disorganizzazione che si ripercuote inevitabilmente anche sulla popolazione carceraria.

Le OOSS unite continueranno ad appoggiare la protesta, a chiedere con forza e in tutte le sedi competenti un intervento immediato e incisivo che possa finalmente porre fine  a tali situazioni di inaccettabile disagio.(Anteprima24)

Shortlink:

Posted by on 9 giugno 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login