Ecco come sara’ l’ istituto penitenziario di Nola , le prime immagini ……..

 

Da tempo questa Segreteria Generale segue e sollecita anche con interrogazioni parlamentari le vicende sulla costruzione del nuovo carcere di Nola in provincia di Napoli. E’ delle ultime ore la progettazione dell’istituto penitenziario che ospitera’ 1200 detenuti. Ora si attende come in linea ai programmi di governo M5S e Lega una attenta programmazione per far si che nei prossimi anni la struttura penitenziaria  sia terminata e possa funzionare.

ISTITUTO PENITENZIARIO NOLA (NAPOLI)

Niente sbarre alle finestre, niente mura perimetrali, disponibilità di celle singole, campi sportivi, il teatro, le aule e i laboratori per le attività ricreative e dove poter imparare un mestiere. È questa l’immagine del nuovo carcere di Nola, istituto penitenziario innovativo circondato dal verde e dotato di un modernissimo sistema di videosorveglianza.

Nel progetto di Nola, forte è la consapevolezza che il percorso di rieducazione e reinserimento nella società civile del detenuto, passi anche attraverso l’umanizzazione dell’ambiente e la flessibilità degli spazi, che devono essere riconfigurabili in funzione di possibili scenari di sviluppo futuri.

La vasta area interessata dal progetto, all’interno del Piano di coordinamento territoriale della Città metropolitana di Napoli, è collocata in prossimità di importanti assi viabilistici e ospiterà fino a circa 1200 detenuti.

Un’opera impattante, in primo luogo, per le considerevoli dimensioni: per questo motivo, una particolare attenzione è stata prestata alla qualità, anche estetica, del complesso nonché alla compatibilità e sostenibilità ambientale, divenuti oggi valori importanti. Per rispondere a queste esigenze, sono stati selezionati sistemi costruttivi prefabbricati, in grado di ridurre i tempi di realizzazione innalzando la qualità degli elementi edili e strutturali e materiali da costruzione con un’alta percentuale di riciclabilità e certificazioni Ecolabel.

Il nuovo istituto penitenziario è stato progettato con prestazioni energetiche in classe A4, con sostanziale annullamento del fabbisogno energetico e attribuzione della categoria NZEB (edifici ad energia quasi zero) nonché Carbon Zero

Il sistema di captazione fotovoltaica in copertura raggiunge un’estensione pari a 20.000 mq e consente di classificare il complesso come Energy Plus.

La metodologia operativa full BIM, quale strumento di lavoro utilizzato per tutte le fasi progettuali, metterà a disposizione un modello digitale completo di tutte le caratteristiche degli elementi edili-strutturali e di tutte le componenti impiantistiche: un prezioso strumento  che sarà in grado di ottimizzare tutte le attività manutentive.

Progettazione di fattibilità tecnica ed economica, progettazione definitiva, progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione – 2018

Militare e carceraria

95.000 mq

€100.000.000

80035 Nola 

MIT – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

(Tecnicaer)

Shortlink:

Posted by on 8 giugno 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login