Detenuto di Poggioreale ricoverato in coma, la replica: «Nessun abuso»

 

 

 

La direzione della Casa circondariale di Poggioreale «nel doveroso e profondo rispetto delle indagini giudiziarie in atto, intende precisare – si legge in una nota – che i ricoveri subiti dal detenuto Roberto Leva sono stati determinati dalle gravi patologie di cui egli è risultato affetto e per le quali gli è stato concesso il differimento della pena». Sulla vicenda del detenuto, che era stato ricoverato al Cardarelli per una frattura al setto nasale e dimesso dopo un giorno per essere poi trasferito in gravi condizioni in un altro ospedale, era stato presentato nei giorni scorsi un esposto in procura per sollecitare accertamenti su eventuali negligenze dei medici e sulla causa delle lesioni.«Le notizie che i ricoveri siano stati invece causati da abusi in suo danno – scrive la direzione del carcere – , sono smentite dalle attività sin qui compiute dagli operatori medici e di polizia dell’Istituto». Secondo la direzione la diffusione di notizie prive di adeguato riscontro «non rende un buon servizio alla tutela dei diritti dei detenuti, gettando ingiustificato discredito sull’operato dell’amministrazione penitenziaria e della Polizia penitenziaria e minando il rapporto di fiducia tra i cittadini e le istituzioni». L’ istituto di Napoli «è in prima linea nella difesa dei diritti costituzionali dei cittadini detenuti e rappresenta un luogo di recupero e riaffermazione del primato della legalità, sforzandosi con le risorse di personale ed economiche a disposizione e con tutte le difficoltà strutturali ben note, di interpretare un modello detentivo volto alla rieducazione dei condannati».(Il Mattino)

 

Shortlink:

Posted by on 8 maggio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login