Ancora aggressione ai danni al personale di Polizia penitenziaria, tentativi di rivolta , rinvenimento di sostanze stupefacenti e telefonini, le ultimissime

Cronaca Ultim' ora

Quello di Castrovillari riportato in precedenza  nei nostri articoli,  dove due Assistenti Capo di Polizia penitenziaria hanno riportato ferite guaribili con 15 giorni di prognosi per via dell’aggressione da parte di un detenuto straniero , non e’ l’unico evento critico accaduto nelle carceri italiane nella giornata di ieri. La Segreteria Generale Alsippe segnala che anche nei carceri di Rossano,  tre detenuti reclusi per reati legati al terrorismo , prima hanno distrutto la cella  poi hanno aggredito cinque agenti della polizia penitenziaria, che per le ferite riportate hanno dovuto fare ricorso alle cure dell’ospedale. Nel carcere di Terni  un detenuto ha colpito alla testa  con un manico di una scopa, un assistente capo della polizia penitenziaria, che ha dovuto medicare le ferite riportate  durante l’aggressione  al pronto soccorso dell’ospedale che gli ha rilasciato una prognosi di 7 giorni . Nel carcere di Is Arenas una decina di detenuti hanno inscenato una protesta minacciando il personale di Polizia penitenziaria, che e’ riuscito comunque con grande professionalita’ a riportare la situazione alla normalita’ senza ulteriori difficolta’ all’ordine e alla disciplina del penitenziario.Il personale di Polizia penitenziaria in servizio nella Casa circondariale di Larino hanno individuato e bloccato un tentativo di introduzione di droga , e di un telefono cellulare all’interno dell’istituto.La Segreteria Generale augura al personale di Polizia penitenziaria aggredito una pronta guarigione, e si complimenta con i colleghi che hanno rinvenuto la sostanza stupefacente ed il cellulare.