Visita al carcere per verificare quali sono le condizioni di lavoro del personale di Polizia penitenziaria, Matteo Salvini a Monza

Elezioni, Matteo Salvini a Monza in carcere e al mercato: selfie e una contestazione .Incoraggiamenti, parecchi selfie e una contestazione: la visita del leader della Lega Matteo Salvini al mercato di San Rocco a Monza non è passata inosservata. In precedenza aveva incontrato gli agenti di polizia penitenziaria in servizio al carcere di via Sanquirico.Incoraggiamenti, parecchi selfie e una contestazione: martedì 27 febbraio l’apparizione di Matteo Salvini al mercato di San Rocco di Monza non è passata inosservata. Il leader della Lega ha raccolto diversi consensi tra i clienti degli ambulanti che apprezzano la linea dura nei confronti dei migranti, ma ha rimediato una tirata d’orecchie da parte di una anziana che, in dialetto, lo ha sollecitato a cambiare musica: «Sei tu il clandestino», lo ha apostrofato la signora che, poi, gli ha offerto una caramella con l’auspicio che possa addolcire il suo linguaggio e utilizzare termini meno aspri nei confronti degli stranieri.Poco prima Salvini ha incontrato gli agenti della Polizia penitenziaria in servizio in via Sanquirico: «Gli altri politici – ha affermato l’aspirante premier del Carroccio – visitano le celle per verificare se i detenuti stanno bene. Io, invece, mi preoccupo delle condizioni del personale: in Italia dobbiamo investire nelle carceri. A Monza, dove la capienza è di 400 posti, ci sono 700 reclusi di cui la metà è costituita da stranieri: dobbiamo firmare gli accordi con i paesi di provenienza in modo che possano scontare la pena in patria».La struttura brianzola, ha aggiunto, ha bisogno di interventi urgenti in quanto la sezione femminile è chiusa da tempo e sia le camere che gli alloggi degli agenti sono inadeguati: i dipendenti, ha commentato, svolgono un lavoro estenuante e le loro retribuzioni non sono adeguate al costo della vita.Il leghista, poi, ha spostato lo sguardo sul piano nazionale: «Sono pronto – ha dichiarato – a prendermi la responsabilità di condurre un Governo di centrodestra» che non sia sostenute da altre forze, ha declinato un eventuale supporto di Casa Pound e ha garantito che con Roberto Maroni, a dispetto delle apparenze, va «d’amore e d’accordo».(Il Cittadino)

Shortlink:

Posted by on 28 febbraio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login