Piano di Comune, Demanio e il ministero della Giustizia per ripristinare la struttura penitenziaria e creare una foresteria per gli agenti di Polizia penitenziaria nell’ex Casa lavoro della….  

 

Venezia: l’ex Casa lavoro della Giudecca torna carcere con foresteria .Piano di Comune, Demanio e ministeri. All’ultima seduta di giunta del 6 febbraio, sindaco e assessori hanno approvato una delibera che dà il via libera alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Comune, Agenzia del demanio, ministeri della Giustizia e dei Beni culturali.L’oggetto è la valorizzazione dell'”Ex casa del lavoro per gli uomini ed ex chiesa della Croce” alla Giudecca, ossia la struttura penitenziaria che ospitava i detenuti in semi-libertà, chiusa nel 2008 dopo che un controllo dell’allora Magistrato alle acque aveva rilevato che le cucine erano impraticabili e pericolose. All’epoca, il Ministero non aveva i fondi necessari e i detenuti sono stati trasferiti a Padova, Treviso e Santa Maria Maggiore. Da allora, di quegli immobili non si è più sentito parlare e adesso spunta un progetto di recupero.Al momento l’ipotesi della vendita e della trasformazione degli edifici non sembrerebbe sul tavolo; anzi, Demanio, Comune e ministeri nei prossimi dodici mesi lavoreranno a un tavolo congiunto per stabilire le azioni da mettere in campo. “Non ci sarà assolutamente ricettivo – garantisce l’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin – e nemmeno sarà venduta l’ex casa: il ministero di Giustizia vuole ripristinare la struttura penitenziaria con un centro di nuova concezione per chi è a fine pena e una foresteria per le guardie”. L’ex casa dovrebbe cioè tornare alle sue funzioni passate.(Corriere del Veneto)

 

 

Shortlink:

Posted by on 10 febbraio 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login