Chiarimenti sull’applicazione del regolamento  recante le modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia.

 

Con il Decreto 17 ottobre 2017 , n. 206 . e’ stato emanato dal Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione il regolamento recante modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità, ai sensi dell’articolo 55-septies, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 entrato in vigore sabato 13 gennaio , Decreto che ha ancor di piu’ ha creato confusione tra il personale appartenente al Comparto Sicurezza e Difesa , dal Decreto in questione si evince con chiarezza dall’articolo 3 e 4 inseriti di seguito le fasce orarie e i soggetti esentati dal controllo medico fiscale

 

Art. 3.

Fasce orarie di reperibilità

  1. In caso di assenza per malattia, le fasce di reperibilità

dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono

fissate secondo i seguenti orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15

alle 18.

  1. L’obbligo di reperibilità sussiste anche nei giorni

non lavorativi e festivi.

 

Art. 4.

Esclusioni dall’obbligo di reperibilità

  1. Sono esclusi dall’obbligo di rispettare le fasce di reperibilità

i dipendenti per i quali l’assenza è riconducibile

ad una delle seguenti circostanze:

  1. a) patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  2. b) causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo

all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima

alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto

del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981,

  1. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del

medesimo decreto;

  1. c) stati patologici sottesi o connessi alla situazione di

invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

 

, ribadiamo ulteriormente che  con una nota inviata in data 13.01.2017  alle Direzioni degli Istituti e ai servizi dalla Direzione Generale del Personale e delle risorse che citiamo di seguito (GDAP 0324722) che disciplinava l’espletamento delle visite fiscali al personale  appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria al personale medico appartenente all’I.N.P.S. e non all’ A.S.L. nonostante  un MESSAGGIO dell’I.N.P.S. numero 3265 del 9 agosto 2017 che riteneva il Comparto Sicurezze e Difesa fuori dal Polo Unico per le visite fiscali.  Con l’entrata in vigore di tale Decreto e l’applicazione dell’articolo 4 si e’ ancor di piu’ creato una sensazione di confusione per via del fatto che anche il personale esentato dal controllo fiscale  per via della  Legge 15 luglio 2011, n. 111
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98
Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria ora sara’ sottoposto a visita fiscale , salvo i casi citati nell’articolo sopra indicato. Per concludere sembra necessario da parte dell’Amministrazione onde evitare ulteriori disagi al personale stesso emanare una nota  con i dovuti chiarimenti in merito, e che specifichi dettaglitamente quali sono   le direttive da seguire sull’argomento

Shortlink:

Posted by on 13 gennaio 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login