Cagliari, al Microcitemico la Befana della Polizia penitenziaria

È passata la Befana, stamattina, all’ospedale Microcitemico di Cagliari. Anzi, ce n’erano due, scortate da musicisti e tanti agenti della Polizia penitenziaria.

Le vecchine con la scopa hanno visitato tutti i reparti in cui sono ricoverati bambini, distribuendo regali che sono stati molto apprezzati.

 Per la quarta volta, gli agenti di Polizia penitenziaria in servizio nella casa circondariale di Uta – che da alcuni anni ha preso il posto di Buoncammino – si sono tassati e, con i soldi raccolti grazie alla colletta, hanno comprato i regali per i bimbi ricoverati in Oncoematologia pediatrica, al Centro trapianti di midollo osseo e nella Clinica pediatrica dell’ospedale “Antonio Cao”.

Hanno raccolto la rispettabile cifra di 825 euro.

La direzione dell’ospedale ha fornito agli agenti il numero dei bimbi ricoverati, il loro sesso e l’età: ciascuno aveva dunque un giocattolo adatto, ricevuto dalle mani della Befana.

A capo della Polizia penitenziaria della casa circondariale, stamattina al Microcitemico, era la commissaria coordinatrice Alessandra Uscidda.

I bambini sono stati allietati dalle note della Banda musicale “Monastir” e del duo di musica tradizionale composto da Luigi Schirru e Simone Murgia.

Shortlink:

Posted by on 5 gennaio 2018. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login