Un bacio in carcere per scambiarsi droga: polizia penitenziaria arresta un donna,  altri cinque indagati

Un bacio in carcere per scambiarsi droga: indagati anche due detenuti di Brindisi .Controlli della polizia penitenziaria nella struttura di Borgo San Nicola: sotto inchiesta anche due brindisini .BRINDISI- Droga nel carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce. Droga scambiata anche attraverso un bacio, intercettato dagli agenti della polizia penitenziaria in servizio nella struttura: lei, 49 anni, compagna di un detenuto, ha provato a cedergli la sostanza stupefacente al termine del colloquio, ed è stata tratta in arresto, in regime di domiciliari, su disposizione del pubblico ministero di turno, Maria Consolata Moschettini.L’arresto, in flagranza di reato, è avvenuto nella giornata di ieri. Gli agenti hanno osservato e annotato lo scambio tra i due e hanno recuperato l’involucro a carico del detenuto, 47 anni, ristretto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale salentino per una rapina consumata nel mese di novembre 2017.Nei giorni precedenti, durante le festività di Natale, gli agenti hanno denunciato cinque detenuti, tra i quali risultano esserci due brindisini, per spaccio di droga all’interno del carcere: nei confronti di tutti è contestata l’aggravanta legata al fatto che lo scambio di stupefacente è avvenuto all’interno del penitenziario. I brindisini sono stati segnalati al termine della perquisizione nelle celle posta in essere assieme alle unità cinofili del distaccamento regionale della polizia penitenziaria di Trani.Le attività di controllo, coordinate da comandante del reparto, Riccardo Secci, hanno permesso di trovare dieci grammi di hashish a carico di un detenuto di Taranto, V.G, 45 anni. Il tentativo di introduzione della droga sarebbe stato successivo al rientro in carcere dopo un permesso premio concesso per le festività di Natale.(Brindisi Report)

Shortlink:

Posted by on 4 gennaio 2018. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login