Riforma carceri. Orlando: “Decreti attuativi in Consiglio ministri entro due settimane”

 L’approvazione della riforma dell’ordinamento penitenziario è sempre più vicina. Secondo il ministro della Giustizia Andrea Orlando, i decreti attuativi della riforma dovrebbero arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri entro queste due settimane.Lo ha detto prima di recarsi al carcere fiorentino di Sollicciano, dove nel pomeriggio si è tenuta una seduta straordinaria del Consiglio comunale organizzata grazie al contributo dell’associazione del partito radicale “Andrea Tamburi”. Sempre nella giornata di ieri, l’ufficio del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, ha inviato al ministro della Giustizia il proprio parere articolato e dettagliato sull’ultima parte dei decreti relativi al sistema delle misure di sicurezza.In apertura della sua analisi. Il Garante ha ritenuto doveroso evidenziare alcune perplessità legate alla stessa legge di delega – quale il mantenimento del sistema del “doppio binario” della pena e delle misure di sicurezza o il rischio di far saltare l’impostazione del sistema Rems, attuato dopo la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari, fondato sulla previsione di strutture esclusivamente rivolte a persone non imputabili.Ha tuttavia apprezzato le soluzioni ricercate in linea con la volontà ben espressa nella Relazione introduttiva di evitare automatismi, di dare contenuto positivo alle misure stesse e di fissare limiti in base al principio del “minore sacrificio possibile”. Il Garante nazionale esprime soddisfazione per la rinnovata collaborazione con il ministero della Giustizia; collaborazione che nell’analisi dello schema di decreto ha trovato un fecondo terreno di scambio. Ora tutta la prima parte del lavoro è conclusa. I decreti dovranno essere messi all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri, dopodiché dovranno essere visionati dalle Commissioni giustizia di Camera e Senato, per poi avere l’approvazione definitiva della riforma.(Il Dubbio)

 

Shortlink:

Posted by on 12 dicembre 2017. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login