308 agenti di Polizia penitenziaria effettivi che operano nella struttura, a fronte dei 461 previsti , il Sindaco scrive al Ministro

 Sovraffollamento in carcere . Pizzarotti, situazione critica. Il Sindaco scrive al Ministro della Giustizia per chiedere un incontro parliamo di vite umane le istituzioni devono porre la massima attenzione “La situazione non può più essere trascurata. Il carcere di Parma ha raggiunto uno stadio critico di sovraffollamento e di mancanza di organico”. Queste le parole del sindaco Federico Pizzarotti, che ha scritto al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, chiedendo un incontro per parlare della difficile situazione in cui versa da tempo complesso penitenziario cittadino. Attualmente l’organico della polizia penitenziaria è di 308 agenti di polizia effettivi che operano nella struttura, a fronte dei 461 previsti. A questo si aggiunge il cospicuo numero di detenuti: sono 594 rispetto ai 468 posti regolamentari. E ben 65 detenuti sono sottoposti al regime del 41 bis. L’auspicio del primo cittadino, dunque, è quello di ottenere un potenziamento dell’organico. Ad aggravare la situazione anche l’assenza di strutture e servizi sanitari interni al carcere. A ciò si aggiunge il fatto che agli inizi del prossimo anno è prevista l’apertura di un nuovo padiglione che ospiterà 200 detenuti “per i quali – spiega il sindaco – non mi è ancora stata comunicata la tipologia di circuito di penitenziario”. Pizzarotti, poi, aggiunge che è necessario anche un salto nella governance del carcere. “Lo stato di fatto del complesso penitenziario cittadino lo classica come governabile da dirigente stabile. Stiamo parlando di vite umane le quali le istituzioni devono porre la massima attenzione conclude Pizzarotti.(parmareport.it)

 

Shortlink:

Posted by on 30 novembre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login