Polizia penitenziaria seda rissa che stava per trasformarsi in tragedia, detenuto trasportato con il codice di massima gravità all’ospedale

Rimini, rissa e botte al carcere Casetti, detenuto ricoverato all’ospedale Bufalini Ad avere la peggio un 30enne che ha riportato un grave trauma cranico .Rimini, 28 novembre 2017 – Un detenuto di 30 anni senegalese è stato trasportato con il codice di massima gravità all’ospedale Bufalini di Cesena, a causa delle botte e dei colpi presi nella furiosa lite scoppiata dentro al carcere Casetti di Rimini. Erano da poco trascorse le 14, quando è iniziata la zuffa con un altro detenuto tunisino. La tensione è salita per motivi futili, ma la rissa stava per trasformarsi in una tragedia se non fosse stato per l’intervento della polizia penitenziaria. Calci, pugni, spintoni e colpi con tutto ciò che avevano a portata di mano. Appena è arrivata l’ambulanza i sanitari hanno stabilizzato i senegalese, ma viste le condizioni hanno deciso di trasportarlo all’ospedale Bufalini di Cesena con il codice di massima urgenza. Il 30enne ha infatti riportato un grave trauma cranico, ma non sarebbe in percolo di vita.(Il Resto del carlino)

 

Shortlink:

Posted by on 28 novembre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login