Su disposizione della Procura della  Repubblica, il Personale di Polizia Penitenziaria del Nucleo Operativo arresta un 65enne accusato di estorsione

Cronaca Ultim' ora

Racket per il clan, finisce in cella nel carcere di Secondigliano storico appartenente alla cosca dei Pesce-Marfella .NAPOLI. Il Personale di Polizia Penitenziaria del Nucleo Operativo di Napoli Secondigliano ha tratto in arresto, su disposizione della Procura Generale della Repubblica presso la Corte Appello di Napoli, Pane Salvatore di anni 65 appartenente al Clan Pesce/Marfella operante nel territorio di Napoli Pianura. Lo stesso e’ stato associato presso il Centro Penitenziario di Alta Sicurezza di Secondigliano, per scontare una condanna ad anni 7 per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Inoltre l’arrestato è imputato in altro procedimento penale per associazione internazionale di sostanze stupefacenti ove ancora non risulta definitivamente condannato. (internapoli)