Colluttazione in carcere causa l’amputazione di un dito all’Ispettore Capo di Polizia penitenziaria, detenuto rinviato a giudizio

 

Barcellona: colluttazione in carcere causa l’amputazione di un dito all’ispettore Capo. Detenuto nigeriano a giudizio Il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha disposto il rinvio a giudizio per E. J., un nigeriano di 21 anni già detenuto per i reati di rapina e sequestro di persona, ora accusato di lesioni personali gravissime, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. I fatti risalgono al dicembre scorso e si sono verificati all’interno della Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, ove il nigeriano si trovava recluso. Il detenuto, dando in escandescenza, avrebbe dapprima devastato la sua cella sotto gli occhi dei compagni e poi tentato di appiccare il fuoco all’interno. Gli agenti della polizia penitenziaria sono prontamente intervenuti per trasportarlo in isolamento, guidati dal coordinatore generale per la vigilanza dell’istituto penitenziario, l’ispettore Capo A.M., che purtroppo ha avuto la peggio, subendo varie fratture, nonché l’amputazione del dito indice della mano sinistra, rimasto incastrato nella porta blindata della cella d’isolamento, in conseguenza del comportamento violento del detenuto che la spintonava per non farsi rinchiudere. Il difensore del Nigeriano aveva richiesto lo svolgimento di una perizia psichiatrica, sostenendo l’incapacità d’intendere e volere del proprio assistito al momento dei fatti; tale tesi è stata disattesa ed il Giudice ha invece accolto la richiesta di rinvio a giudizio formulata dall’avv. Fabio Marchetta, difensore del militare costituitosi parte civile.(24live.it)

Shortlink:

Posted by on 25 novembre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login