Fuga dal carcere di Favignana un quarto uomo nella cella e’ stato imbavagliato e legato

.E’ un napoletano di mezza età. Ha raccontato agli investigatori: “Sono rimasto tranquillo, volevano che nessuno lanciasse l’allarme”. E fissa l’orario dell’evasione alle 2,40 .Nella cella insieme ai tre detenuti che sono evasi nella notte tra venerdì e ieri dal carcere di massima sicurezza di Favignana, “Giuseppe Barraco”, c’era un quarto carcerato. L’uomo, un detenuto per rapina di mezza età di origini napoletane, è stato legato e imbavagliato con alcune lenzuola e una corda. Lo hanno fatto sedere in un angolo della cella e poi hanno segato le sbarre e sono fuggiti. Alle 24, nell’ultima ronda, le sbarre erano integre. Alle 3,30 la ronda notturna si è accorta di quanto accaduto e ha liberaato il detenuto.
L’ergastolano Adriano Avolese e gli altri due detenuti Giuseppe Scardino e Massimo Mangione avevano pianificato anche questo. Il napoletano, che lascerà il carcere nel 2022 per fine pena, è stato sentito dal sostituto procuratore di Trapani Marco Verzera e dai carabinieri. “Mi sono alzato alle due e 40 per andre in bagno. Uno di loro – ha spiegato – era in piedi e poi tutti e tre mi hanno imbavagliato e legato. Mi hanno spiegato che non volevano che qualcuno lanciasse l’allarme”. La ricostruzione del detenuto è al vaglio degli investigatori.Se fosse  vero quanto ha riferito il napoletano, l’allarme per l’evasione sarebbe scattato circa mezz’ora dopo. I tre sono spariti nel nulla e nonostante le massicce ricerche di carabinieri e polizia penitenziaria di loro non c’è traccia né sull’isola né in altri parti della Sicilia. Si fa sempre più strada l’ipotesi che i tre evasi siano fuggiti abordo di un’imbarcazione che li attendeva alla spiaggia della Praia, a circa cento metri dal carcere(Repubblica.it)

 

 

Shortlink:

Posted by on 29 ottobre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login