Pianta organica della Polizia penitenziaria non adeguata , presentata interrogazione parlamentare sulla Casa Circondariale di Salerno

Atto n. 4-08170

Pubblicato il 4 ottobre 2017, nella seduta n. 889

CARDIELLO – Al Ministro della giustizia. –

Premesso che:

il carcere di Fuorni, in provincia di Salerno, inaugurato nel 1981, presenta forti criticità, quali un elevato deficit strutturale (rete fognaria, idrica ed impiantistica obsoleta e non a norma), sovraffollamento delle celle, problemi di sicurezza determinati dall’aumento di detenuti legati alla criminalità organizzata locale di stampo camorristico, ristretti in regime di alta sicurezza che creano ripetuti disordini interni. La presenza del reparto destinato ai reclusi affetti da patologie mentali, non seguito da personale medico specializzato per tutte le 24 ore, acuisce tali criticità;

il regime aperto che consente ai detenuti di trascorrere parte della giornata fuori dalla propria cella non è attuabile in una casa circondariale difficile come quella di Fuorni, dove l’organico di circa 70 unità è insufficiente rispetto alle necessità della stessa. La carenza di personale produce un aumento insostenibile dei carichi di lavoro che determina straordinari non retribuiti, turni superiori alle 6 ore previste, negazione dei giorni di congedo e di licenza;

in mancanza di un intervento appropriato da parte dell’amministrazione centrale le problematiche evidenziate permarranno, con nocumento non solamente per i detenuti ma anche per gli operatori e gli agenti di Polizia penitenziaria,

si chiede di sapere quali iniziative il Ministro in indirizzo intenda porre in essere per superare, quanto prima, le criticità strutturali evidenziate e la non adeguatezza della pianta organica della casa circondariale.

Shortlink:

Posted by on 5 ottobre 2017. Filed under News, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login