Condizioni di disagio e di sofferenza dei detenuti e degli agenti di polizia penitenziaria nel carcere di Poggioreale , il caso arriva in Parlamento

 

Ho chiesto al governo di intervenire urgentemente in relazione alle gravi criticità che ho personalmente riscontrato nel Carcere di Poggioreale a Napoli, dove ho effettuato una visita accompagnato da una delegazione dei Radicali Italiani». È quanto riferisce il senatore Luis Alberto Orellana (Aut) che ha appena depositato un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri della Giustizia e della Salute, nella quale chiede innanzitutto di «far cessare le condizioni di disagio e di sofferenza dei detenuti, nonché quelle degli agenti di polizia penitenziaria».

Orellana, dopo aver constatato di persona il grave problema del sovraffollamento della struttura, nella quale una stessa cella può ospitare fino a 9 detenuti, chiede ai ministri competenti di «avviare azioni concrete per ripristinare condizioni vivibili e umanamente dignitose con particolare riferimento alle carenze igienico-sanitarie del penitenziario». Il senatore nell’interrogazione chiede inoltre: «cure mediche adeguate e assistenza sanitaria per i detenuti affetti da gravi patologie».

«Nelle carceri – afferma – vanno implementati i programmi di rieducazione e formazione dei detenuti, finalizzati ad un reinserimento futuro nel mondo del lavoro, così da consentire una piena riabilitazione sociale. Proprio l’inoperosità dei reclusi spesso sfocia in tensioni ed episodi di violenza che talvolta coinvolgono gli agenti di polizia penitenziaria».

Shortlink:

Posted by on 19 settembre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login