Polizia penitenziaria scende in piazza davanti al ministero della Giustizia per protestare ,chiedono più risorse, condizioni di lavoro più degne e umane , integrazione di personale in quanto mancano oltre 8000 agenti nelle piante organiche

Il consigliere comunale canturino e onorevole Nicola Molteni si è schierato via social network dalla parte della Polizia penitenziaria che martedì 19 settembre farà una protesta davanti al Ministero della Giustizia.
 Molteni si schiera al fianco della Polizia penitenziaria
“Il 19 settembre – scrive Molteni – gli agenti della Polizia penitenziaria scendono in piazza davanti al ministero della Giustizia per protestare. Chiedono più risorse, condizioni di lavoro più degne e umane, integrazione degli organici infatti mancano oltre 8000 agenti nelle piante organiche. Condivido e ci sarò. E nel frattempo oltre il 34% dei detenuti presenti nelle nostre carceri sono stranieri e ci costano quasi 1 miliardo di euro all’anno. Ma come non erano una risorsa? Balle”.
Le proteste
Martedì 19 settembre i sindacati della polizia penitenziaria scenderanno in piazza per manifestare contro la situazione in cui versano attualmente le carceri italiani e per denunciare i problemi di carenza di organico. Non accadeva da 20 anni che tutte le sigle manifestassero congiuntamente a livello nazionale.(Il giorale di Comeo)

Shortlink:

Posted by on 6 settembre 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login