Agenti della Polizia Penitenziaria del Nucleo Operativo di Napoli Secondigliano arrestano boss della camorra

 


SECONDIGLIANO. Scacco al gruppo Bocchetti di Secondigliano. L’arresto, questo pomeriggio, è stato realizzato dagli agenti della Polizia Penitenziaria del Nucleo Operativo di Napoli Secondigliano su disposizione della Procura Generale della Repubblica di Napoli. In manette il 55enne Mario Bocchetti per il reato di associazione camorristica in quanto condannato ad una pena di anni 12 e mesi 8 di reclusione, il quale dopo le formalità di rito è stato associato al Centro Penitenziario di Secondigliano. Mario Bocchetti è il fratello di Gaetano, attualmente in regime di carcere duro, operante nella zona di Secondigliano, con ruolo di spicco nell’omonimo clan Sacco-Bocchetti. Mario Bocchetti è un personaggio di primo piano della malavita dell’area nord: per gli inquirenti è tra gli organizzatori ed i mandanti dell’omicidio di Carmine Grimaldi, soprannominato «bombolone», ucciso nel luglio del 2007 nella zona di San Pietro a Patierno, nella periferia nordorientale della città. Grimaldi era un fedelissimo dei Licciardi e venne assassinato nell’ambito della scissione del gruppo dei Sacco-Bocchetti dal gruppo della Masseria Cardone.(Internapoli)

 

Shortlink:

Posted by on 15 luglio 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login