Carceri: “In overbooking i reparti del 41 bis”

Il sostituto procuratore della Dna Maurizio de Lucia relaziona all’Antimafia sui numeri dei detenuti sottoposti al regime duro.Le carceri italiani scoppiano di mafiosi al 41 bis, tanto che ci sono una decina di proposte di regime di carcere duro in sospeso.
A dirlo, davanti alla commissione parlamentare antimafia, è il sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia Maurizio de Lucia appena nominato procuratore della Repubblica di Messina.
Ai componenti la commissione de Lucia ha illustrato quella che ha definito una situazione di sostanziale “overbooking” dei reparti che, nelle carceri di massina sicurezza, sono in grado di assicurare le restrizioni previste dal regime di carcere duro.
“Oggi – ha detto de Lucia – sono 729 i detenuti  sottoposti al regime del 41 bis e abbiamo raggiunto il numero limite. La popolazione è prevalentemente espressione di Cosa nostra ma con un buon numero di campani e di ‘ndranghetisti”.
Una decina di proposte di applicazione del 41 bis – ha aggiunto Maurizio de Lucia – “non sono state ancora avviate perche’ sostanzialmente siamo in overbooking. Non c’è stato un incremento negli ultimi anni, la popolazione si aggira intorno a questo numero.Un punto delicato resta quello della proroga”.
De Lucia ha ribadito che il regime di carcere duro è uno strumento irrinunciabile nella lotta alle mafie. ” Il regime speciale crea grossi problemi alle organizzazioni – ha detto –  E’ lo strumento attraverso il quale si pongono in isolamento i grandi capi, soprattutto per strutture come Cosa nostra diventa importante troncare le comunicazioni fra ilboss e l’esterno. L’espressione “grand hotel Ucciardone’ – ha spiegato De Lucia – è stata coniata dai collaboratori perchè i capimafia da lì dentro continuavano a comandare”.Certo, non c’è da illudersi che il 41 bis possa recuperare questo tipo di detenuti.  “Esempi di riabilitazione a mia memoria non ci sono, ci sono esempi virtuosi, come le lauree conseguite nel corso del regime speciale”.(repubblica.it)

 

Shortlink:

Posted by on 21 giugno 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login