Sono in servizio 110 agenti, con una carenza complessiva di 34 unità, presto sarà assegnato altro personale al carcere di Rimini

Carcere di Rimini. Orlando: «Ai cassetti altre agenti in arrivo, ne mancano 34»..Sovraffollamento si, ma gestibile, e per il quale potrebbero intervenire dei trasferimenti nella regione di competenza. Mentre è più pressante il problema della carenza di agenti, per la quale il Governo promette di intervenire. Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, nella seduta di mercoledì scorso(31 maggio) della Camera, risponde così all’interrogazione del deputato riminese del Partito Democratico, Tiziano Arlotti, sulle “situazioni di criticità” dell’istituto penitenziario di Rimini a causa di un eccessivo numero di detenuti e di carenze dell’organico della Polizia penitenziaria.   Secondo quanto riferito dall’agenzia DIRE, Orlando, precisando che all’11 marzo sono 175 i detenuti a fronte di una capienza regolamentare di 126 posti. Tuttavia, «nonostante l’esubero, l’amministrazione penitenziaria ha evidenziato come risultino comunque rispettati i parametri previsti dalla Cedu», la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Non solo. I criteri per la capienza regolamentare risalgono al 1975, prevedendo una superficie minima di nove metri quadri per la stanza singola, più cinque per ogni ulteriore posto letto. E ora «sono oggetto di proposte modificative».«Comunque – anche per l’estate – prosegue Orlando, il dipartimento dell’amministrazione penitenziaria ha assicurato che la situazione è costantemente monitorata dal Provveditore il quale interverrà, pur nel necessario rispetto del principio di territorialità dell’espiazione della pena, con interventi deflattivi sulla regione di competenza».Sul fronte del personale di Polizia penitenziaria, sono in servizio 110 agenti, con una carenza complessiva di 34 unità, il 23 per cento rispetto alla previsione organica. In particolare, mancano all’appello sovrintendenti e ispettori. Dati i numeri, sottolinea il ministro, «la situazione dell’istituto di Rimini non potrà che essere tenuta nella massima considerazione in occasione delle nuove assegnazioni di personale, ormai imminenti». Infatti, spiega, in attesa della riattivazione delle procedure concorsuali per 300 unità maschili e 100 femminili, lo scorso febbraio è arrivato il via libera definitivo all’assunzione di 887 agenti già vincitori di concorso, che «andranno a colmare, in parte, il vuoto in organico del corpo» a livello nazionale. Dunque «un primo passo, ma molto importante, che dimostra la costante attenzione riservata dal governo a tale questione».Infine, in merito alla “presenza non continuativa” del direttore del carcere di Rimini, il problema, annuncia Orlando, sarà risolto con il «completamento delle procedure, già avviate, di conferimento degli incarichi dirigenziali conseguenti all’emanazione dei decreti attuativi del decreto ministeriale del 2 marzo 2016». Nel frattempo «il provveditore regionale provvede ad assegnare incarichi temporanei attingendo dai dirigenti in servizio nell’ambito della stessa regione». (Rimini Notizie)

Shortlink:

Posted by on 4 giugno 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login