Una parte degli agenti di Polizia penitenziaria sono stati già trasferiti, un’altra quarantina non sanno quale sarà la loro destinazione, la situazione all’OPG di Montelupo

Polizia penitenziaria nei reparti 1

Firenze: bufera sull’Opg di Montelupo ancora aperto “sprecati 8 milioni”Per un internato non è stata trovata ancora una sistemazione e Totaro di Fratelli d’Italia attacca: “La Rems non sicura perché è senza sorveglianza adeguata e tre detenuti sono ora in ospedali”. Una dismissione costellata di disagi. E con problematiche difficili da risolvere. La vicenda della chiusura dell’Opg, come hanno spiegato Achille Totaro, deputato dei Fratelli d’Italia, e Federico Pavese consigliere comunale di Montelupo Nel Cuore, contiene aspetti “che hanno dell’incredibile”, come hanno detto all’uscita dalla villa medicea dell’Ambrogiana. I due politici hanno visitato ieri mattina la struttura a pochi giorni dalla storica chiusura.Ancora l’Opg non è stato svuotato del tutto. “Dentro c’è ancora un detenuto perché non è stato trovato posto nella Rems di Volterra – spiegano Totaro e Pavese – poi le celle che abbiamo visitato, nelle ex scuderie, sono state tutte ristrutturate, siamo di fronte a un carcere all’avanguardia dove sono stati spesi otto milioni complessivamente, con l’impianto di aspirazioni fumi e che verrà chiuso quando invece a pochi chilometri abbiamo un altro carcere, quello di Sollicciano che si trova in condizioni disastrose”.”E non è affatto vero – vanno avanti il deputato e il consigliere comunale – che il Dap (Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria) ha speso questi soldi di sua iniziativa, gli interventi sono stati decisi dal ministero”. “Una parte della villa, le ex scuderie in questo caso, dovrebbe rimanere con una destinazione carceraria – aggiungono – per detenuti a fine pena che potrebbero lavorare alla manutenzione del complesso. Oppure la struttura potrebbe essere destinata a Rems”. Mentre, invece, attacca Pavese “ancora non si è capito che cosa verrà fatto all’interno della villa”.Ci sono poi le Rems che ancora non sono a regime. “Quella di Volterra ha già più ospiti di quelli che potrebbe accogliere – spiega Totaro – ma presenta anche problemi di sicurezza. All’interno c’è un addetto di un istituto di vigilanza che in caso di problemi con gli internati deve chiamare le forze dell’ordine che tra l’altro non hanno l’esperienza adeguata per gestire queste persone a differenza di chi ha lavorato nell’Opg. Tra l’altro nella Rems si è ricominciato a fare contenzione, cosa che non veniva più fatta a Montelupo”.Tra l’altro, come spiega il deputato, “abbiamo due internati ricoverati nel reparto di psichiatria di Empoli e uno a Ponte a Niccheri. Le tre persone vengono controllate 24 ore su 24 da agenti di polizia penitenziaria con grande dispendio di soldi pubblici”. Infine il capitolo degli agenti di polizia penitenziaria che ancora a Montelupo sono una quarantina. “Una parte sono stati già trasferiti – spiega Totaro – gli altri ancora non sanno quale sarà la loro destinazione”.(Il Tirreno)

Shortlink:

Posted by on 19 febbraio 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login