La Polizia penitenziaria pronta a clamorose proteste

Asti: pronta la nuova ala del carcere di Saluzzo, decongestionerà la struttura di Quarto

Asti: la penitenziaria pronta a clamorose proteste.Asti: la penitenziaria pronta a clamorose proteste. Pronti a fare sit-in, ad andare a Roma a parlare direttamente con i vertici dell’amministrazione carceraria, a ripetere la clamorosa manifestazione di protesta di qualche anno fa con corteo dal carcere di Quarto alla Prefettura e se i sindacati nazionali di categoria non daranno il loro appoggio, sono pronti a ritirare tutte le tessere. Non usano mezzi termini i rappresentanti sindacali degli agenti di polizia penitenziaria in servizio al carcere di Quarto nel denunciare una situazione ormai intollerabile per chi lavora a contatto con i detenuti astigiani. La “madre di tutti i disagi” è quella di sempre: la carenza di organico. A fronte del passaggio di categoria della struttura di Asti da Casa Circondariale a Casa di Reclusione con la quasi totalità di detenuti condannati per gravissimi reati di stampo mafioso e con “fine pena mai”, il numero di agenti è rimasto invariato.Non solo non è stato aggiornato il fabbisogno di pianta organica fermo al 2013 (prevedeva 217 unità) ma di queste ne sono presenti ed effettive solo 113.(La Nuova Provincia)

Shortlink:

Posted by on 28 gennaio 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login