E’ l’ergastolano evaso dall’0spedale di Lecce nel 2015 ad aver aggredito due agenti penitenziari a Messina

Messina Alsippe 1

Ergastolano salentino ferisce due agenti penitenziari. Nel 2015 era evaso dall’ospedale di Lecce  Ha aggredito con violenza due agenti di polizia penitenziaria del carcere di Messina. A far parlare di sé è ancora una volta “Triglietta”, alias Fabio Perrone, l’ergastolano salentino ritenuto vicino alla Sacra Corona Unita, già protagonista il 6 novembre 2015 di una rocambolesca evasione a Lecce. L’uomo stamani mentre era in procinto di essere accompagnato in Tribunale, prima di uscire dall’istituto di pena, ha aggredito per motivi sconosciuti il personale di scorta e due agenti di polizia penitenziaria sono rimasti feriti. Perrone, 43 anni, è detenuto nel carcere di Messina dopo essere stato da poco trasferito dal carcere di massima sicurezza di Catanzaro. Più di un anno fa riuscì a fuggire dall’ospedale di Lecce dove era stato portato per un esame diagnostico, impossessandosi della pistola di uno degli agenti penitenziari che lo scortavano, ferendo tre persone e sparando all’impazzata in corsia per farsi strada, per poi rapinare l’auto ad una donna nel parcheggio dell’ospedale, puntandole l’arma alla tempia. L’ergastolano venne catturato il 9 gennaio dello scorso anno, dopo 63 giorni di latitanza, a Trepuzzi (Lecce), suo paese natale, durante un blitz congiunto di Squadra mobile e polizia penitenziaria.(Norba Online)

Shortlink:

Posted by on 13 gennaio 2017. Filed under Cronaca, Ultim' ora. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

You must be logged in to post a comment Login